SOS
assistenza caldaie roma
Riparazione e manutenzione caldaie e impianti termici
Riscaldamento
Caldaie
Acqua calda

Il Termosifone non riscalda?

Spesso, specie nei periodi dell’anno immediatamente a ridosso dell’inverno, i termosifoni fanno le bizze e non riscaldano a dovere. I motivi possono essere derivati direttamente dal periodo di inutilizzo, ma possono anche essere conseguenza del cattivo controllo e spurgo degli stessi. Infatti, è di capitale importanza effettuare lo spurgo dei termosifoni: questa è un’operazione da effettuare almeno una volta l’anno, e consente, non solo di riattivare le funzionalità dell’apparecchio e la corretta erogazione del calore, ma anche un risparmio non indifferente nella bolletta del gas.

Le cause. Perché il termosifone non riscalda?

Le principali cause che determinano il malfunzionamento degli erogatori di calore domestico, ossia i termosifoni, vanno rintracciate attraverso l’analisi completa dell’impianto, da effettuare con la supervisione di tecnici specialisti del settore, come quelli che compongono il nostro team. Ma vediamo nello specifico quali possono essere le principali cause che determinano il “termosifone che non riscalda”:
  • Accumulo di aria in eccesso nel termosifone
  • Formazione di bolle d’aria nell’acqua riscaldata
  • Ostruzioni interne alle tubature di raccordo dell’impianto, o nella sezione che interezza il termosifone stesso.
  In tutti i casi enumerati, il termosifone non eroga il calore sperato a dovere, non solo, ma anche l’impianto può essere interessato da una mancata erogazione uniforme: sia di aria calda per riscaldamento degli ambienti, che di acqua calda nei vari punti di accesso.

Spurgare i termosifoni per i malfunzionamenti di riscaldamento

Le bolle d’aria ostruiscono il riscaldamento della tua abitazione. Bisogna spurgare i termosifoni a cadenza annuale. Vediamo insieme ai nostri esperti del settore, quali sono le fasi che interessano lo spurgo dei termosifoni:
  • Assicurati che i termosifoni siano aperti utilizzando la manopola apposita
  • Se disponi di caldaia autonoma devi spegnere l’impianto da interruttore a aumentare il getto d’acqua (non superare i 2 bar di pressione)
  • Se disponi di un impianto centralizzato, basta che passi immediatamente allo spurgo del singolo termosifone: da quello più lontano a quello più vicino alla caldaia.
  • Aprire la valvola di sfogo per ogni termosifone finché l’aria non è sparita.
  • Verifica dell’erogazione del termosifone
Per assistenza e sopralluoghi